Notizie

Siamo certi che le centinaia di morti per Covid-19 nelle RSA non si potevano in parte evitare con un’organizzazione assistenziale diversa all’interno delle strutture? Da questo interrogativo nasce una profonda riflessione, espressa in una lettera aperta da una rappresentanza degli infermieri e condivisa da OPI Torino. Un documento nel quale gli infermieri cercano di fare il punto su cosa non abbia funzionato e sul perché molte strutture per anziani siano di fatto diventate focolai epidemici preoccupanti, con un numero di decessi esorbitante e condizioni di vita delle persone al limite dell’umano.

Una festa diversa ma non meno importante per celebrare la Giornata internazionale dell’infermiere. Un appuntamento che, a causa della pandemia, non potrá avere, a differenza della maxi-festa dell’anno scorso al parco Le Serre di Grugliasco, un luogo fisico dove ritrovarsi. Ma se le normative anti-contagio hanno proibito possibili aggregazioni, é doveroso ricordare non solo la giornata internazionale dell’infermiere ma anche il bicentenario della nascita di Florence Nightingale, madre dell'Infermieristica moderna nata a Firenze nel 1820. E quest’anno più che mai, quando forse tutti - di fronte ad una emergenza che nessuno si immaginava - hanno finalmente compreso l’importanza dell’infermiere, noi ci siamo.

La sezione di Infermieristica dell'Università di Torino sta promuovendo un questionario per indagare l’impatto dell’emergenza COVID sull’assistenza infermieristica.
Possono compilarlo tutti gli infermieri che negli ultimi tre mesi hanno lavorato fornendo assistenza diretta sia a pazienti COVID+ sia gli infermieri che lavorano in qualsiasi servizio, quindi anche sul territorio. 
Lo scopo finale del questionario è quello di trarre indicazioni per comprendere e eventualmente migliorare l’organizzazione del lavoro, la formazione e l’assistenza infermieristica.
Il link per compilare il questionario è
https://www.uniquest.unito.it/index.php/418876?lang=it
 
 
 
 

 

Il questionario, per la cui compilazione si rimanda al link http://survey.univr.it/index.php/894528?lang=it è stato eleaborato da un gruppo di ricercatori dell'Università di Macerata e di Verona (psicologi e sociologi).

L'obiettivo quello di conoscere l'esperienza del personale sanitario rispetto all'emergenza COVID-19.

 
 
 
 

 

«Nella rivoluzione dei medici di base il ruolo dell'infermiere non può essere messo in secondo piano»: queste le parole di Massimiliano Sciretti, presidente dell'Ordine delle Professioni infermieristiche di Torino sulle novità del piano elaborato dalla task force regionale guidata dall'ex ministro della Sanità Ferruccio Fazio.

Un progetto che vede in primo piano il format della medicina di gruppo, con la Regione che intende investire negli studi associati per fornire loro mezzi tecnologici e personale negli studi per far fronte all'emergenza Covid nella fase 2 ma anche per il futuro.

Mascherine, guanti, calzari: i liberi professionisti che ne hanno fatto richiesta le scorse settimane hanno ricevuto da OPI Torino i dispositivi di protezione individuale donati dalla Fondazione Specchio dei Tempi. Materiale utile per poter continuare il proprio lavoro e ridurre i rischi di un possibile contagio da Covid-19.

«Da più parti giungono angoscianti relazioni di infermieri che operano in situazioni disastrose. Completamente abbandonati a loro stessi, da responsabili di strutture che di responsabile hanno ben poco»: i presidenti degli Ordini delle Professioni Infermieristiche di tutto il Piemonte esprimono la loro più viva preoccupazione per le condizioni in cui versano le strutture assistenziali territoriali della regionale nel contesto di questa emergenza pandemica. E lo fanno in una lettera indirizzata al Governatore della Regione Alberto Cirio, all'assessore alla Sanità Luigi Icardi e a tutti gli infermieri iscritti all'Albo in Piemonte.

Baudino

Stefano Baudino, autore del libro #LaRepubblicapunciuta ha deciso di offrire il suo personale contributo alla battaglia contro il Coronavirus facendo partire una campagna legata al suo libro, che narra le fasi salienti della storia di Cosa Nostra e della trattativa Stato - mafia.

Devolverà l'intera quota dei guadagni sull'acquisto copie del libro di tutto il mese di maggio al fondo istituito dall'ANIN per offrire sostegno agli infermieri colpiti dal virus e alle famiglie degli infermieri che hanno pagato con la vita il loro impegno.

Per le informazioni sul fondo e sui suoi obiettivi: http://www.noicongliinfermieri.org/campaign/fnopi-anin-vs-covid-19-sosteniamo-gli-infermieri-2/

Link amazon per l'acquisto del libro:

http://www.amazon.it/repubblica.punciuta-intrighi-palazzo-eccellenti/dp/8899881766

 

La FNOPI ha deciso di lanciare il Fondo di Solidarietà #NoiConGliInfermieri a sostegno degli infermieri e delle loro famiglie che, nella dura lotta a COVID-19, sono stati colpiti in prima persona.
Gli infermieri, nella pandemia di COVID-19, stanno avendo un ruolo fondamentale che ha portato sotto gli occhi di tutti il loro livello di professionalità, ma soprattutto quello di umanità e vicinanza ai cittadini.

Attraverso la creazione della piattaforma www.noicongliinfermieri.org tutti possono attivarsi a sostegno del Fondo donando direttamente o promuovendo una propria raccolta fondi collegata alle tre campagne principali lanciate da FNOPI e che riguardano:

  • il sostegno alle famiglie degli infermieri deceduti per COVID-19;
  • il sostegno agli infermieri posti in quarantena;
  • il sostegno agli infermieri guariti dal contagio e in via di riabilitazione psico-fisica, anche dopo il servizio prestato in terapia intensiva.

 

L'Ordine delle professioni infermieristiche di Torino si unisce al cordoglio dei familiari di Nicoleta Corina Berinde, morta all'interno della propria abitazione a Torino dove era in mutua da qualche giorno. La collega aveva 41 anni e lavorava all'interno della casa di riposo "La Consolata" di Beinasco. Vittima del Covid, è deceduta tra le mura domestiche, dove viveva da sola. A Nicoleta va il ricordo di tutto l'Ordine delle professioni infermieristiche. OPI Torino porge le sue condoglianze anche alla famiglia di Salvatore Mastrogiacomo, un altro collega portato via dal Coronavirus. Residente ad Almese, era molto attivo nel mondo associativo e nel volontariato di Almese: membro della filarmonica locale, era un infermiere in pensione che prestava da anni la propria opera presso il servizio infermieristico volontario per il Comune di Almese.

A tutela dell'immagine dei professionisti della sanità che rappresenta, l'Ordine delle professioni infermieristiche di Torino ha deciso di denunciare la dottoressa Barbara Balanzoni a seguito delle note e ripetute invettive con cui denigra la categoria degli infermieri. Da tempo infatti il medico in questione "sfoga" sui social il suo delirio con insulti di ogni tipo per cui mesi fa è già stata attivata dalla Federazione una denuncia il cui iter è in corso.

Un fiocco nero vicino alla fiamma che racchiude la croce e le mani, il simbolo dell'Ordine delle professioni infermieristiche: OPI Torino ricorda così tutti i colleghi caduti nella battaglia contro il Coronavirus. E lo fa, in questo periodo di emergenza sanitaria, sostituendo il tradizionale logo con un simbolo listato a lutto nel ricordo di chi ha perso la vita, contagiato proprio mentre
svolgeva il proprio lavoro.

A ieri, sono 77 i medici e 24 gli infermieri morti in Italia. Solo in Piemonte, almeno 60 medici e altrettanti infermieri sono ricoverati in condizioni serie. Degli Operatori sanitari positivi al Covid-19 si è perso il conto, ma si stima che sia stato contagiato il 15%.
A fronte di questi dati, nella discussione al Senato sulla conversione del decreto legge Cura Italia (il dl n. 18 del 17 marzo), sono stati presentati alcuni emendamenti che prevedono una sostanziale immunità per le strutture sanitarie e per i soggetti preposti alla gestione della crisi sanitaria, in relazione agli eventi avversi accaduti durante la pandemia da Covid-19 e in particolare “in caso di danni agli operatori".

Un supporto concreto alle famiglie di tutti i medici e gli infermieri che, impegnati in prima linea nella lotta al Covid-19, non hanno la possibilità di affrontare gli inevitabili cambiamenti nella didattica a distanza da parte dei loro figli e delle loro figlie: questo l'obiettivo del "Progetto Nos", iniziativa dell'associazione di promozione culturale "365 No Problem", che punta a ridurre le difficoltà di chi, in una difficile situazione socio-sanitaria, spesso è assente dalla normale vita familiare per necessità professionali.

Oltre all'emergenza sanitaria di Coronavirus e allo scarseggiare dei dispositivi di protezione individuale - problemi che gli infermieri cercano di superare quotidianamente grazie al loro impegno e abnegazione sui posti di lavoro - anche le forme di tutela previdenziale non sono sufficienti a dare garanzie a tutti gli iscritti. Tanto che chi svolge la libera professione nelle diverse forme, circa 1500 quelli che fanno parte dell'Albo OPI di Torino, rischia di non avere coperture.

«Gli infermieri sono da parecchi giorni sottoposti a turni massacranti e sovente sono costretti ad intervenire senza le necessarie protezioni. Molti di loro risultano contagiati e quindi posti in isolamento, impoverendo ulteriormente le già deboli risorse di cui disponiamo. Altri sono ricoverati, parecchi anche in gravi condizioni a seguito del contagio»: è una richiesta di aiuto per una emergenza assolutamente nuova e inesplorata, quella che il Coordinamento regionale delle professioni infermieristiche ha fatto al Governo.

Gli infermieri che, in questo momento di emergenza, avessero necessità di una sistemazione, possono rivolgersi alla segreteria di questo Ordine inviando una email all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., specificando recapito telefonico e sede lavorativa.

Sarà nostra cura mettervi in contatto con gli host interessati ad ospitarvi gratuitamente nei propri alloggi/strutture

 

In piena emergenza coronavirus il personale sanitario e sociosanitario che ha in carico i pazienti affetti da Covid-19 si trova a gestire situazioni cliniche e organizzative estremamente complesse. Per sostenere gli operatori della salute in questo delicato e intenso sforzo, esperti delle dinamiche psichiche, su mandato di ANIPIO, hanno stilato un decalogo che è disponibile sul sito www.anipio.it

Locandina

 

A fronte dell'attuale situazione di emergenza, il Consiglio Direttivo in data 18 marzo u.s. ha deciso di prorogare la scadenza del pagamento 2020 al 30 GIUGNO

Si informano i laureandi che per presentare la domanda di iscrizione all'Albo è OBBLIGATORIO richiedere appuntamento ed attenersi alla data e orario indicati.

Cari colleghi, un nemico invisibile ha dichiarato guerra al mondo. Tutto è improvvisamente cambiato nella vita di tutti e, in particolare, in quella del personale sanitario.

La decisione della Regione Piemonte di effettuare tamponi su tutti gli operatori sanitari è senza dubbio opportuna e va incontro alle nostre richieste formulate nei giorni scorsi di avere maggiori tutele e protezioni per il personale sanitario.

Siamo certi che adesso si passerà dalle parole ai fatti. Chiediamo dunque che siano definiti con la massima chiarezza i criteri e la tempistica di questa operazione. In particolare, se sarà seguito il principio di gradualità, quali saranno le priorità e le modalità di esecuzione e, nel caso, che queste siano comunicate con la massima trasparenza. Siamo disponibili fin d'ora a dare il nostro contributo per individuare i criteri più corretti di attuazione.

Al fine di rielaborare timori, conflitti, tensioni lavorative (e non solo) originate o accentuate dall’emergenza Coronavirus, il Dr. Fausto Roggerone, psicologo del lavoro e docente della Laurea Magistrale presso l'Università Cattolica Sacro Cuore di Torino, ha avviato un'iniziativa on line - insieme a colleghi psicologi che propone uno spazio di ascolto per operatori delle aziende sanitarie impegnati nell’emergenza COVID-19.
Questa iniziativa offre la possibilità di accedere, in modo completamente gratuito, a uno o più colloqui on-line con psicologi e psicoterapeuti.
Il sito da visitare è https://timeo.care/

 

In ottemperanza a quanto previsto dalle disposizioni ministeriali in tema di emergenza Coronavirus si comunica che tutte le attività dell'OPI di Torino sono sospese.

A causa del persistere dell’emergenza sanitaria e per ottemperare alle disposizioni contenute nel DPCM 08/03/2020, questo Ordine delle Professioni Infermieristiche della provincia di Torino ha disposto in via precauzionale e provvisoria dall’11/03/2020 al 03/04/2020 compreso, salvo eventuali proroghe, la chiusura delle attività front-office della Segreteria Amministrativa dell’Ordine.

Pertanto, sono sospesi gli accessi diretti degli Iscritti e del pubblico agli Uffici.

Al fine di non pregiudicare le attività istituzionali che interessano direttamente gli Iscritti e le istituzioni, gli orari di Segreteria restano immutati e gli interessati potranno accedere ai servizi di questo Ordine provinciale attraverso l’utilizzo degli indirizzi:

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;

pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;

o con la linea telefonica 011 6634006.

Sarà nostra cura mantenere costantemente aggiornato questo sito istituzionale.

 

 

Per gli operatori sanitari il Servizio Formazione della Presidenza dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) sta realizzando un corso online accreditato ECM per rendere i medici, gli infermieri e tutti gli operatori informati e formati sul nuovo coronavirus Sars-CoV-2, avvalendosi delle attuali evidenze scientifiche.

Il nuovo coronavirus (Sars-CoV-2) responsabile dell'epidemia di infezione polmonare in Cina è stato isolato lo scorso 7 gennaio: la sua 'azione' di contagio avviene in larga misura attraverso contatti ravvicinati con un soggetto infetto, ma alcune misure possono aiutare a prevenirne la trasmissione. Covid-19 è il nome dato alla malattia causata dal nuovo virus.

Ecco un vademecum con i consigli dell'Istituto nazionale di malattie infettive Spallanzani, ministero della Salute e Istituto superiore sanità.

- IL CONTAGIO: è stato causato dalla trasmissione del virus da animale a uomo, non a caso l'epicentro dell'epidemia è un mercato della città cinese di Wuhan dove venivano venduti anche animali selvatici vivi. È stata inoltre dimostrata la trasmissione interumana del virus, anche al di fuori dalla Cina.

Avviso pubblico di manifestazione di interesse per la formazione di un elenco di Infermieri disponibili a prestare attività assisitenziale presso gli ospedali dell'ASST di Lodi in relazione all'emergenza Coronavirus

Avviso

 

Mercoledì 15 gennaio alle 17, presso la sede dell'Ordine delle professioni infermieristiche di Torino (via Stellone 5), sarà premiato il vincitore del concorso “Mani che pensano”: si tratta di un riconoscimento annuale istituito dalla Consulta Giovani dell’Opi Torino in collaborazione con il Consiglio direttivo dell’Ordine e rivolto a personalità del mondo sanitario (e non solo) che si sono contraddistinte per il loro impegno, iniziativa e competenza conferendo prestigio sociale alla professione infermieristica.

Corso di Master Universitario di I° livello in Infermieristica Pediatrica e Neonatologia
Locandina

 

Master Universitario di I° Livello - Lifestyle Medicine 2020/2021

Presentazione

WhatsOPI2 copia

L'ultimo canale ideato per agevolare l'informazione tra gli infermieri si chiama WhatsOPI: è un servizio di messaggistica che permetterà, a chi si iscrive e utilizza WhatsApp, di avere tutte le info sul proprio smartphone. Le news sul mondo della professione, gli appuntamenti più importanti di OPI, i comunicati stampa che informano gli iscritti sull’attività che l’Ordine degli infermieri di Torino sta portando avanti nei vari settori. E poi ci sarà spazio per avere info sui concorsi, sui corsi accreditati Ecm, su Master Universitari e sulle opportunità infermieristiche. Insomma, tutto quanto è utile sapere ai professionisti del mondo della sanità.

 

Stimatissimo direttore,

in riferimento al Vs articolo “Sul piolo più basso” - pubblicato in prima pagina su La Stampa di giovedì 28 novembre nel “Buongiorno” di Mattia Feltri – tengo a fare alcune doverose precisazioni che mi auspico possano trovare spazio sul Suo giornale.

L'Ordine delle professioni infermieristiche di Torino condanna apertamente ogni episodio di violenza. E lo fa non soltanto, come avvenuto lunedì scorso, in occasione della Giornata internazione sulla violenza contro le donne. Ma ogni giorno, 

I rappresentanti del Consiglio Direttivo dell’OPI di Torino, in occasione della discussione delle tesi di laurea in Infermieristica, hanno consegnato ad ogni laureato le copie del Nuovo Codice Deontologico (aprile, 2019),

La battaglia di Opi contro il demansionamento: aperto un Osservatorio per combattere il fenomeno.L’OPI di Torino intende avviare il processo d’indagine previsto all’interno del piano strategico descritto nel documento programmatico .....

Giovani infermieri in prima fila, lo scorso weekend in occasione della Giornata mondiale del cuore. L’evento, organizzato dall’associazione italiana Cuore e rianimazione “Lorenzo Greco”, ha portato in centro a Torino numerose associazioni per fare prevenzione sui rischi cardiovascolari e “addestrare” alla rianimazione cardiopolmonare precoce.

La Consulta Giovani di OPI Torino, in accordo con il Consiglio direttivo di OPI Torino, istituisce il premio annuale “Mani che Pensano”......

Dopo quasi due anni di formazione è giunta a conclusione nell’Università degli Studi di Torino la prima edizione del Master Universitario di I livello in Emergenza e Urgenza Territoriale per Infermieri

Leggi il comunicato stampa

 

Avviso pubblico per numero tredici infermieri e cinque infermieri pediatrici per l'istituzione di elenchi di professionisti da nominare nelle commissioni d'esame finale dei corsi di laurea in infermieristica e infermieristica pediatrica.

Scadenza presentazione candidature: 14 Ottobre 2019

La sentenza della Corte di Cassazione n. 20270 del 13 Maggio 2019

Parere dell'Avvocato Marcello Bossi

Accedi al questionario online cliccando QUI

 

CESPI:



LE MALATTIE GASTROINTESTINALI: DAL REFLUSSO ALLA STIPSI - 27 Novembre 2019 c/o OPI di Torino: sconto 20% sulla quota di iscrizione agli iscritti all’OPI di Torino
Locandina

NEUROSCIENZE: LE NUOVE TEORIE SULL’ANSIA - 04 Dicembre 2019 c/o OPI di Torino: sconto 20% sulla quota di iscrizione agli iscritti all’OPI di Torino
Locandina

L’ iscrizione dovrà essere effettuata on line, sul sito www.cespi-centrostudi.it  e si intenderà perfezionata a ricevimento del pagamento della quota (sulle locandine sono riportate le modalità di pagamento)








Per le modalità di iscrizione, vedere locandine

 

A Tutti gli iscritti.

E’ pervenuto a questo Ordine Professionale, da parte dell’iscritta M. G.Balice, la richiesta di pubblicazione del link  indicato:

Visualizza il questionario

Poichè le adesioni hanno superato il numero di accessi disponibili, si è proceduto con l'estrazione a sorte come indicato nella comunicazione agli iscritti dell'iniziativa.

Si allega l'elenco dei nominativi estratti ed autorizzati a fruire del corso:

FAD_INGLESE_MEDICO_SCIENTIFICO

Il Comitato Centrale della Federazione e il Consiglio Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche riuniti a Roma nella seduta del 12 e 13 Aprile 2019 hanno approvato il nuovo Codice Deontologico dell'Infermiere,...

OPI Torino punta sui nuovi professionisti della sanità e istituisce la Consulta giovani...

Una Carta dei valori dell’Informazione e della Comunicazione nel mondo della sanità: è quanto hanno elaborato, in occasione della seconda Giornata della Bussola dei valori, i referenti della Rete oncologica Piemonte e Valle D’Aosta in collaborazione con gli Ordini professionali. Infermieri, medici e odontoiatri, psicologi, farmacisti, assistenti sociali e giornalisti, insieme all’Ufficio Stampa dell’assessorato regionale alla Sanità,

COMUNICATO STAMPA

Opi, Università, dirigenti e direttori ospedalieri del Piemonte: «Un progetto condiviso per valorizzare l’infermieristica»

LEGGI IL COMUNICATO
Torna all'inizio del contenuto
Il sito usa cookie per offrire un servizio migliore. Proseguendo la navigazione accetti di riceverli.
Informazioni OK, HO CAPITO