Saranno ben nove gli infermieri che oggi, lunedì 8 novembre, concluderanno il loro Master in Infermieristica di Sanità Pubblica organizzato dal Corep, consorzio per la ricerca e l’educazione permanente di via Ventimiglia. Un ente che, in collaborazione con l’Università degli Studi di Torino, quella di Messina, il mondo della produzione e dei servizi e le istituzioni pubbliche locali, punta alla formazione specialistica di alto livello con il supporto dell’innovazione e della ricerca.

Il Master universitario (istituito in collaborazione con Uni-Upo, Dipartimento di Medicina traslazionale e Corep) conquistato da nove iscritti di OPI Torino rappresenta infatti il traguardo di un corso di formazione avanzato durante il quale l’infermiere acquisisce competenze professionali specifiche necessarie negli ambiti operativi della Sanità pubblica: dalla gestione di strategie preventive di elevata qualità alla pianificazione e realizzazione di interventi in risposta ai bisogni di salute e ai problemi del settore.

Uno step in più che permetterà quindi agli infermieri di avere una competenza professionale orientata ad affrontare i problemi prioritari di salute della comunità ed avere gli strumenti per gestire interventi di prevenzione primaria e secondaria.

«Si tratta di un importante traguardo – dice Massimiliano Sciretti, presidente di OPI Torino, che oggi parteciperà alla proclamazione dei colleghi – non solo per la professione ma anche e soprattutto per le persone assistite. Sempre di più è necessario passare a una sanità di iniziativa in ragione di quella d’attesa, i cui limiti sono stati evidenziati durante la recente pandemia. Una formazione specialistica sarà fondamentale nel migliorare i determinanti di salute pubblica».

Un infermiere che diventa sempre più di comunità – figura essenziale nella sanità moderna - e che quindi è in grado di analizzare i bisogno di salute della collettività. Ma anche un professionista che individua interventi preventivi nell’ambito della sanità pubblica o valuta le opportunità di controllo dei problemi di salute nell’ambito dell’assistenza ospedaliera.

Concluso il master, l’infermiere di Sanità Pubblica può così lavorare sia nei servizi di prevenzione rivolti a rischi specifici che in quelli ospedalieri per il controllo e la prevenzione di infezioni. Oppure potrà lavorare in ambulatori, studi medici associati ma anche centri sportivi, scuole e servizi distrettuali dove si vuole realizzare interventi di educazione e promozione della salute.

Torna all'inizio del contenuto
Il sito usa cookie per offrire un servizio migliore. Proseguendo la navigazione accetti di riceverli.