Mercoledì 15 gennaio alle 17, presso la sede dell'Ordine delle professioni infermieristiche di Torino (via Stellone 5), sarà premiato il vincitore del concorso “Mani che pensano”: si tratta di un riconoscimento annuale istituito dalla Consulta Giovani dell’Opi Torino in collaborazione con il Consiglio direttivo dell’Ordine e rivolto a personalità del mondo sanitario (e non solo) che si sono contraddistinte per il loro impegno, iniziativa e competenza conferendo prestigio sociale alla professione infermieristica.

«L'obiettivo del premio – spiega il presidente Massimiliano Sciretti - è individuare e dare merito a coloro che, attraverso progetti, azioni, ricerca o attività clinica, hanno saputo dare risalto alla professione infermieristica ed elevarne l'immagine agli occhi della comunità professionale e della popolazione generale, conferendole prestigio e riconoscimento sociale».
Lo scorso 5 dicembre i rappresentanti della Consulta Giovani insieme ai membri del Consiglio direttivo hanno votato, eleggendo il vincitore tra i candidati che avevano ricevuto almeno una nomination. All’infermiere che, più degli altri, si è impegnato nel promuovere la professione sarà consegnata una doppia targa commemorativa sulla quale ci sarà la serigrafia delle impronte di entrambe le mani. Di qui il nome del concorso “Mani che pensano”: il riquadro con la mano destra sarà consegnata al premiato mentre quello con la mano sinistra resterà affisso nella sede dell'Opi di Torino, dando vita a una sorta di “albo d’oro” per il concorso degli anni successivi.

Torna all'inizio del contenuto
Il sito usa cookie per offrire un servizio migliore. Proseguendo la navigazione accetti di riceverli.
Informazioni OK, HO CAPITO